Tanzania safari report

Tutti gli aggettivi a cui ho pensato per descrivere i luoghi che abbiamo visitato durante i nostri safari, sono inadeguati, insufficienti e quasi ridicoli di fronte a questi trionfi di madre Natura.

Posso solo dire che se esiste un paradiso terrestre, oggi, quello si chiama Serengeti national park e si trova nel nord-est della Tanzania, al confine con il Kenya.
Non ho molto da scrivere a riguardo perche’ come detto non esistono parole all’altezza. Le immagini sono sicuramente piu’ esaustive.

Una cosa pero’ ci tengo a dirla: voglio ringraziare sinceramente e pubblicamente il popolo tanzano per aver conservato, gestito, valorizzato e custodito questi eden (vi basti sapere che Serengeti e’ un’area naturale protetta di 14.700 km/q. Per darvi un’idea delle dimensioni, l’intero Veneto misura 18.400 km/q).
L’hanno fatto e lo stanno facendo limitando il piu’ possibile la presenza e l’impatto della razza umana: sacrificando cosi introiti economici immensi, facili e immediati, loro che di introiti economici, si sa, ne avrebbero bisogno come pochi al mondo. E’ una scelta coraggiosa e ammirevole, una grande lezione per noi occidentali, sempre piu’ accecati dal progresso ad ogni costo e dal dio denaro.
Il mondo intero dev’essere riconoscente alla Tanzania, per cio’ che sono oggi questi parchi.

Nelle foto che seguono, il Serengeti…

Ngorongoro e’ un grande cratere vicino e ad est del parco del Serengeti, un’incredibile riserva naturale, dove gli animali vivono protetti e in totale liberta’ (cosi come negli altri national park). La notte prima di visitarlo abbiamo dormito in tenda sui bordi del cratere, in un “wild camping”, dove 2 rangers alternavano la guardia per eventuali incursioni di leoni.

Abbiamo completato i nostri giorni di safari con la visita del parco nazionale Tarangire, che si trova a un centinaio di km da Arusha e a sud di Serengeti e Ngorongoro.

Nonostante le nostre aspettative fossero grandi, sono state ampiamente superate! Mai ci saremmo aspettati meraviglie simili.
Personalmente rimane il forte, fortissimo, senso di gratitudine verso i tanzani, che hanno protetto e realizzato questo sogno.

Trattiamo bene la terra su cui viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli.
(proverbio Masai)

Annunci

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “Tanzania safari report”

  1. valentinatoffoli Says:

    Leggendo queste bellissime parole e ammirando tanta bellezza (anche se solo in foto) mi sono scese lacrime. Questo è il mondo che la vita ci ha regalato e vedere che ci sono ancora posti che difendono la nostra madre terra mi riempie il cuore e mi commuove. Mi unisco anch’io al sentimento di gratitudine verso questa gente che difende la natura e la libertà degli animali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: